• La nuova normativa contro le pratiche di elusione fiscale e il suo impatto sui prenditori di fondi e sugli investitori •


La nuova disciplina sulla deducibilità degli interessi passivi (art. 96 del Tuir)

Il quadro delle novità inserite nel Tuir

L’ambito di applicazione soggettivo e oggettivo

La nuova definizione del Rol e le relative limitazioni di utilizzo

L’applicazione della nuova disciplina e la derivazione rafforzata

Le nuove norme di qualificazione degli interessi passivi e attivi (e dei proventi ed oneri assimilati)

in base ai principi contabili

Trattamento dei debiti e dei crediti di natura commerciale

Le modifiche alla disciplina del consolidato fiscale

Le norme transitorie
Enzo Mignarri
Università di Siena, Titolare del corso sulla tassazione delle attività finanziarie

 

Le disposizioni in materia di tassazione dei proventi di società controllate non residenti

(disciplina CFC di cui all’art. 167 del Tuir) e le modifiche alla normativa in tema di dividendi e plusvalenze (art. 47-bis del Tuir)


Ampliamento dell’ambito soggettivo delle CFC

Le modifiche alla nozione di controllo rilevante ai fini CFC e delle esimenti

Utilizzo del tax rate effettivo e di quello nominale

I criteri per la individuazione degli Stati esteri a fiscalità privilegiata. I regimi speciali

La determinazione dei redditi imponibili e delle imposte

Gli obblighi di segnalazione nella dichiarazione dei redditi

Le nuove norme in materia di tassazione dei dividendi e delle plusvalenze provenienti da paesi a fiscalità privilegiata

Giuseppe Corasaniti  

Head of International Tax, Intesa SanPaolo

Le disposizioni in materia di disallineamenti da ibridi (art. 6 dello schema di d.lgs.)

 

I criteri generali di individuazione dei disallineamenti

Fattispecie rilevanti oggetto del contrasto (doppia deduzione e la deduzione senza inclusione)

Le norme di contrasto introdotte dalla nuova disciplina

I casi esaminati e risolti
Enzo Mignarri
Assoc. Diritto Tributario Università di Brescia, Studio Uckmar

 

La ridefinizione della nozione di intermediari finanziari e delle holding finanziarie e non

finanziarie, ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap (art. 162-bis del Tuir)


Regole diverse per ciascuna categoria di soggetto finanziario

Le nuove definizioni di intermediari finanziari ai fini Ires e Irap

Individuazione dei soggetti che esercitano l’attività di assunzione di partecipazioni

L’impatto sull’Ires e l’Irap

Le clausole di salvaguardia per il contribuente


La cosiddetta imposizione in uscita e in entrata (artt. 166 e 166-bis del Tuir)

 

Le modifiche all’exit tax e le novità rispetto alla disciplina vigente

Il concetto del valore di mercato da utilizzare per la valutazione delle poste trasferite

Le nuove norme in tema di entry tax

I casi rilevanti e le regole per la determinazione dei valori
Giovanni Mercanti
Dottore Commercialista, Mercanti-Dorio e Associati